IC VANNINI LAZZARETTI

Corso ad Indirizzo Musicale

La musica comprende l’insieme delle arti alle quali presiedono le Muse.

Essa racchiude tutto quello che è necessario all’educazione dello spirito.” (Platone)

La scuola secondaria di primo grado “G. Carducci” di Arcidosso è una scuola ad Indirizzo Musicale, tra le poche sul territorio provinciale e nazionale ad avere questo “privilegio”, dove l’insegnamento dello strumento musicale è gratuito e guidato da docenti specialisti, selezionati sul piano artistico e didattico dal Ministero dell’Istruzione.

L’indirizzo musicale rappresenta un’opportunità altamente formativa offerta agli allievi essendo parte integrante dell’insegnamento curricolare e ne costituisce motivo di orgoglio e di arricchimento per l’intera comunità e per il territorio amiatino.

L’emozione e lo stupore nell’imparare a suonare uno strumento musicale a scuola fanno parte della crescita di ogni allievo che vive un’esperienza senza eguali, momento formativo propedeutico al Liceo Musicale o al Conservatorio, che prevede la partecipazione ai concerti in Orchestra o in Gruppi da Camera.

STRUMENTI

Il Corso di Strumento Musicale attivo presso questa Istituzione Scolastica prevede le classi di:

Pianoforte, Chitarra, Flauto Traverso, Violino.

PERCHÉ STUDIARE MUSICA

Sono molteplici gli studi che evidenziano l’importanza della interrelazione tra musica e intelletto, legame che migliora le capacità di attenzione dei ragazzi, rinforza la memoria ed attiva strategie anche complesse nella gestione di tutti i linguaggi, non solo quello musicale. I vantaggi e le ripercussioni di una maggiore elasticità e apertura mentale sono evidenti in tutte le discipline.

OBIETTIVI E FINALITÀ

Nella classe ad indirizzo musicale ci si propone di promuovere, valorizzare e potenziare:

la passione per la musica come mezzo di espressione individuale e sociale;

la formazione culturale nel settore della musica anche attraverso esperienze collettive (musica d’insieme, concerti, insegnamento cooperativo, partecipazione a manifestazioni musicali);

il gusto musicale, educando i ragazzi all’ascolto critico della musica in ogni sua forma (classica, moderna, tradizionale, );

lo sviluppo di competenze tecniche e teoriche relative allo strumento musicale prescelto, (anche in vista di un possibile orientamento nella scelta del percorso da intraprendere al termine della scuola secondaria di 1° grado e di eventuali studi a carattere professionale).

ATTIVITÀ

Saggi di classe, Concerto di Natale e Saggio Finale, eventuali partecipazioni a concorsi, manifestazioni cittadine e rassegne musicali in collaborazione con la REMUTO (Rete Musica Toscana). Disponibilità a progetti in continuità con la scuola primaria di Arcidosso e Seggiano, integrabili nel più ampio contesto della musica d’insieme.

ISCRIZIONE

La domanda di adesione al Corso di strumento musicale avviene su richiesta delle famiglie tramite l’apposito modulo di iscrizione alla classe prima; ogni ragazzo può esprimere la propria scelta su uno strumento e indicare l’ordine di preferenza per gli altri strumenti: compatibilmente con le esigenze organizzative e in base alle attitudini personali, i docenti competenti potranno orientare i ragazzi verso gli altri strumenti indicati secondo l’elencazione di preferenza.

La frequenza ai corsi è completamente gratuita e non occorre saper già suonare; sono disponibili, fino a esaurimento, alcuni strumenti da dare sotto cauzione in comodato d’uso per il solo primo anno di studio.

La partecipazione ai corsi è subordinata al superamento di una prova attitudinale ed è rivolta esclusivamente agli alunni che si iscriveranno alle classi 1e della Scuola Secondaria di 1° grado di Arcidosso.

STRUTTURA DEI CORSI (Orario Pomeridiano)

Due lezioni settimanali di Teoria e Solfeggio di 30 minuti ciascuna;

Una lezione settimanale di Musica D’Insieme (Orchestra) della durata di un’ora;

Una lezione settimanale di Strumento della durata di un’ora, in orario da concordare con il proprio docente di strumento.

“Imparare a stare in un coro, in una banda, in un’orchestra, significa imparare a stare in una società dove l’armonia nasce dalla differenza, dal contrappunto, dove il merito vince sul privilegio e il vantaggio di tutti coincide con il vantaggio dei singoli.”  (Riccardo Muti)